Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: >>> L'ABC IN PISTA <<<
MessaggioInviato: gio ott 25, 2012 11:32 am 
Non connesso
Senatore di z.it
Senatore di z.it
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 20, 2011 12:07 am
Messaggi: 13048
Località: Padova.. ma Romano ner Core!
Nome: Er Jolly!
Moto: Zetina DAI CAZZOOOOO
Sesso: M
Provincia: Padova
IL CORRETTO COMPORTAMENTO IN PISTA

Cosa bisogna fare

Immagine
- Segnalare l'intenzione di rientrare ai box o di rallentare alzando dalla curva precedente all’ingresso, il piede o il braccio sinistro.
- Sorpassare solo in condizioni di massima tranquillità per noi e quando prevediamo di non spaventare chi è davanti perché impegnato e concentrato nella guida. Aspettare condizioni idonee anche se ciò significa aspettare una o due curve in più.
- Se la moto dovesse fermarsi per un problema tecnico, accompagnatela fuori dalla striscia di asfalto e toglietevi di mezzo seguendo le indicazioni dei commissari, se impossibiliti segnalarlo tempestivamente.
- Se nel tracciato trovate qualche ostacolo o elemento di disturbo (chiazze d'olio, pezzi di moto ecc...) una volta ai box segnalatelo immediatamente ad un addetto alla sicurezza. Se non effettuate la segnalazione, tacitamente approvate il perfetto stato della pista.


Cosa non bisogna mai fare:

- Mai andare nel senso opposto a quella di marcia anche solo per qualche metro sia in pista che nella corsia dei box.
- Mai chiudere il gas di colpo in rettilineo.
- Mai zigzagare.
- Preoccuparsi di chi arriva da dietro; se siamo lenti è importante non fare mai manovre brusche, frenate e cambi di traiettoria prima di impostare una curva.
- Mai stare troppo vicini ad altri piloti, soprattutto se non li conoscete ed è la prima volta che ci girate insieme. Se chi vi precede, per qualsiasi motivo, anticipa la staccata o rallenta improvvisamente si rischia il tamponamento;
- Non rallentare per aspettare gli amici o per riposarvi...piuttosto uscite e rientrate subito dopo
- Non fermarsi mai se vedete un incidente o qualcuno per terra anche se dovesse trattarsi di qualcuno che conoscete bene, anzi toglietevi di mezzo il prima possibile; Ci sono i mezzi di soccorso e i commissari.


Abbigliamento
Per entrare in pista è OBBLIGATORIO avere un abbigliamento adeguato:
- casco (preferibile quello con cinghietta a doppio anello)
- tuta in pelle con protezioni omologate (l'intera è obbligatoria solo durante le competizioni ufficiali)
- stivali sportivi
- guanti sportivi
- paraschiena (non è obbligatorio ma VIVAMENTE CONSIGLIATO!)


La vostra moto
Anche la vostra moto è molto importante che sia adeguata all'ingresso in pista. Spendete una ventina di minuti il giorno prima e avrete la certezza di divertirvi tutto il giorno!
- Controllate che sia in ordine in ogni sua parte: serraggi principali, trasmissione, impianto frenante, pastiglie freno, gomme, livelli dei liquidi.
- Ad ogni ingresso accertatevi che il livello di benzina sia adeguato.
- Regolate i comandi in maniera più adeguata a voi: sella, pedane, pedale freno posteriore, pedale cambio, semimanubri, manopole, leva frizione, leva freno anteriore.


Accorgimenti e buone maniere
- nei box non effettuate acrobazie o stupidaggini con la vostra moto, procedete sempre a passo d'uomo


LE BANDIERE

BANDIERA FISSA= PERICOLO SUL TRACCIATO
BANDIERA SVENTOLATA= PERICOLO IN QUEL PUNTO


Immagine GIALLA - Rallentare e non sorpassare, presenza di pericolo in pista.

Immagine GIALLO/ROSSA - Pista scivolosa, per presenza di olio, acqua, benzina, detriti in pista etc

Immagine ROSSA - Prove interrotte, rallentare non sorpassare e rientrare ai box

Immagine VERDE - Annulla le precedenti segnalazioni, segnala le postazioni dei commissari, via libera, la pista è in perfette condizioni fino alla bandiera successiva.

Immagine BLU - Sventolata durante la gara o le prove indica al pilota che sta per essere doppiato da altri. Il sorpasso va agevolato senza brusche frenate e/o cambi di traettoria

Immagine BIANCA - Viene esposta e agitata quando un veicolo lento (ambulanza,soccorso,o veicoli che hanno problemi e stanno rientrando ai box) sta percorrendo la pista

Immagine NERA CON CERCHIO ARANCIO - Indica un problema meccanico alla nostra moto; esposta con un numero bianco su pannello nero impone il rientro ai box al Pilota.

Immagine NERA - Manovre pericolose e comportamento scorretto; esposta con un numero bianco su pannello nero impone il rientro ai box al Pilota.

Immagine A SCACCHI - Sventolata indica fine prova e fine gara


Ricordiamoci, che la pista è il posto più sicuro dove correre, più sicuro che la strada, ma se e soltanto se si conoscono bene le bandiere e se si rispettano queste 4 regole.

_________________
Immagine
2011 Monte Amiata - Z.Day 2012 Camerino - Val di Non - Z.Day 2013 Chianti - Z.Day - Z.Compleanno
2014 DoloMITICO - Z.Day 2015 TToscana 2016 Cinghiali 2017 Leoni

:brindiamo: Spriiiitz Liiiiiiife :brindiamo:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'ABC IN PISTA
MessaggioInviato: gio ott 25, 2012 11:33 am 
Non connesso
Senatore di z.it
Senatore di z.it
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 20, 2011 12:07 am
Messaggi: 13048
Località: Padova.. ma Romano ner Core!
Nome: Er Jolly!
Moto: Zetina DAI CAZZOOOOO
Sesso: M
Provincia: Padova
POSIZIONE DI GUIDA

Metto a disposizione di tutti gli interessati un articolo, a mio avviso molto interessante, sulle CORRETTE POSIZIONI di guida.

Ecco una piccola anticipazione di cosa troverete nell'articolo:

Immagine
Un esempio di posizione sbagliata, tipica di chi
preso dalla foga di "SPOSTA IL CULO SULLA SELLA"
(come riportato nell'articolo) si lascia scivolare
giù solo con quello dimenticandosi tutto il resto.
Un po' come guidava Mick Doohan, o per fare un esempio
dei giorni nostri Claudio Corti o il più famoso Tony Elias

Immagine
La simmetria è fondamentale per il bilanciamento.
In moto bisogna assumere un po' la posizione a Ranocchia, avendo
braccia e gambe piegate per poter spingere rispettivamente sui
semimanubri e sulle pedane.

Immagine
Spalle allineate.

Immagine
Sporgetvi molto ma uniformente e paralleli alla moto, spingendo
sempre sulle pedane e sul semimanubrio interno alla curva.
N.B. Non dimenticatevi di ruotare il piede, che è fondamentale
per aiutarvi nell'apertura della gamba.

Immagine
Questa foto l'ho presa da un altro articolo, sempre di Master Bike,
perché nel dettaglio si vede bene come va tenuto il piede sulla pedana.

_________________
Immagine
2011 Monte Amiata - Z.Day 2012 Camerino - Val di Non - Z.Day 2013 Chianti - Z.Day - Z.Compleanno
2014 DoloMITICO - Z.Day 2015 TToscana 2016 Cinghiali 2017 Leoni

:brindiamo: Spriiiitz Liiiiiiife :brindiamo:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'ABC IN PISTA
MessaggioInviato: gio ott 25, 2012 11:36 am 
Non connesso
Senatore di z.it
Senatore di z.it
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 20, 2011 12:07 am
Messaggi: 13048
Località: Padova.. ma Romano ner Core!
Nome: Er Jolly!
Moto: Zetina DAI CAZZOOOOO
Sesso: M
Provincia: Padova
TECNICA DI GUIDA by MotoSprint

In pratica un vero e proprio VIDEO CORSO su quello che come minimo bisognerebbe sapere, e anche qualcosina di più, prima di andare a girare in pista.

PRIMA PARTE
MotoSprint ha scritto:
Con Motospint per imparare a guidare la moto in pista
Inauguriamo una nuova sezione del sito dedicata alla tecnica di guida. Cominciamo dall’abc, da come interpretare la segnalazione dei commissari ai significati delle bandiere, per poi passare al comportamento più corretto da tenere in pista, per evitare di creare incidenti e incomprensioni con gli altri motociclisti che potrebbero trasformarsi in cadute. Andremo poi a spiegare i controlli da effettuare sulla moto, le regolazioni e analizzeremo nel dettaglio dalla staccata all’uscita dalle curve. Non mancheremo di parlare di abbigliamento, di come si sorpassa e di come affrontare tratti veloci e di come interpretare la traiettoria migliore.

Insomma, con questi video cercheremo di insegnarvi a guidare meglio e in maniera più sicura la vostra moto in pista. A migliorare la vostra tecnica di guida e, perché no, ad imparare qualche trucchetto del mestiere. Questi video sono adatti a tutti, dal neofita al motociclista più esperto. Perché, come sanno bene anche Valentino Rossi e compagni, c'è sempre da imparare...

Ecco quindi la prima di una serie di video dedicati a questo.

Video - Introduzione
Video - Le bandiere
Video - Come ci si comporta in pista

SECONDA PARTE
MotoSprint ha scritto:
La seconda puntata della sezione Tecnica di Guida è dedicata ai controlli
Nella seconda puntata della nuova sezione dedicata alla tecnica di guida, andiamo ad analizzare tutti i controlli da effettuare sulla moto prima di scendere in pista. Perché prima di salire in sella è sempre opportuno sapere di poter contare su un mezzo affidabile, ben regolato e soprattutto ben gommato. In pista il propulsore viene sottoposto a sforzi molto superiori a quelli del normale uso stradale. Per questo il livello dell'olio motore va sempre controllato, così come va controllato lo stato di usura della trasmissione finale e dell'impianto frenante.

Per poter guidare nel modo più efficace possibile è poi consigliabile regolare a dovere i comandi di guida, in modo da cucirsi addosso la moto e scongiurare ogni possibile rischio di caduta, magari per colpa di una leva del freno regolata male. Altro importante controllo è quello delle sospensioni. Non parleremo della regolazione dell’assetto, argomento affrontato più avanti, ma della manutenzione che forcella e mono necessitano.

Infine, quello che forse è il controllo più importante da fare, quello delle gomme, visto che sono i pneumatici a tenere la moto ben incollata all’asfalto.

Video - Controllo dell'olio
Video - Controllo della trasmissione
Video - Controllo dei freni
Video - Regolazione dei comandi
Video - Controllo delle sospensioni
Video - Controllo dei pneumatici

TERZA PARTE
MotoSprint ha scritto:
Nella terza puntata della sezione Tecnica di Guida si sale in sella
Nella terza puntata della sezione Tecnica di Guida, finalmente, si sale in sella. Questa volta andiamo ad analizzare le fasi salienti di una curva, ovvero la frenata, o staccata, l’inserimento della moto in curva, la percorrenza e l’accelerazione in uscita, ovvero l’apertura del gas.

Per percorrere una curva, qualunque essa sia, è sempre importante armonizzare questi quattro passaggi (che possono diventare tre nei casi dei curvoni in accelerazione, ovvero senza fase di frenata) e eseguirli nel modo più naturale possibile.

In questi quattro video vengono spiegati uno ad uno queste fasi, iniziando con la frenata. La staccata è molto importante perché è anche uno dei momenti nei quali è più facile superare chi ci precede. Un momento delicato, dove la sensibilità è molto importante. Nel secondo video, invece, si parla dell’inserimento in curva, altro momento delicato perché, nel caso non si mettano le ruote esattamente dove devono stare, si può compromettere tutta la perfetta esecuzione della curva. Il terzo video spiega invece il modo per percorrere la curva nella maniera più rapida possibile, mentre nel quarto, l’ultimo di questa puntata, si spiega come aprire il gas, per uscire il più veloce possibile dalla curva e poriettarsi a quella successiva.

Video - La frenata
Video - L'inserimento in curva
Video - La percorrenza
Video - L'accelerazione in uscita

QUARTA PARTE
MotoSprint ha scritto:
Quarta puntata della sezione Tecnica di Guida
Nella quarta ed ultima puntata di questa prima serie di articoli dedicati alla Tecnica di Guida in pista, andiamo ad analizzare alcuni argomenti essenziali per poter guidare la propria moto in circuito in sicurezza e totale controllo del mezzo. Iniziamo con l’abbigliamento, che deve sempre essere idoneo, con tuta, paraschiena, casco, guanti e stivali, per poi passare a come si guida nei tratti più veloci dei tracciati. Come muoversi in sella e la giusta tecnica di guida. Passiamo poi alla regolazione dell’assetto, altro argomento molto importante, per non dire essenziale, per avere una moto perfetta su ogni tracciato. Il penultimo video riguarda invece i sorpassi, dove e come farli, mentre l’ultimo video analizza le traiettorie: quali linee percorrere per essere i più veloci possibile in ogni curva.

Video - L'abbigliamento
Video - La guida sul veloce
Video - La regolazione dell'assetto
Video - Il sorpasso
Video - Le traiettorie

_________________
Immagine
2011 Monte Amiata - Z.Day 2012 Camerino - Val di Non - Z.Day 2013 Chianti - Z.Day - Z.Compleanno
2014 DoloMITICO - Z.Day 2015 TToscana 2016 Cinghiali 2017 Leoni

:brindiamo: Spriiiitz Liiiiiiife :brindiamo:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: >>> L'ABC IN PISTA <<<
MessaggioInviato: lun ott 21, 2013 10:09 pm 
Non connesso
Senatore di z.it
Senatore di z.it
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 13, 2009 12:51 pm
Messaggi: 6350
Località: CHIAVARI!
Nome: "il cangiante!!!"
Moto: zx6r 07
Sesso: M
Provincia: Genova
PICCOLO INFARINAMENTO PER LA REGOLAZIONE AMMORTIZZATORI :

Questo piccolo prontuario serve per capire quali sono i principali problemi che si possono
riscontrare dinamicamente nell’uso piu’ sportivo della moto.
Per semplificare il tutto e’ bene dividere le fasi di maggior incidenza delle sospensioni : Frenata
(“staccata”), Ingresso in curva, Percorrenza della curva e Uscita dalla curva.
I seguenti consigli si intendono con componenti perfettamente funzionanti e con gia’ una
buona base di assetto di partenza (perlomeno quelle date dalle schede della casa costruttrice),
altrimenti diventa vano il ragionamento col quale si possono affrontare i seguenti consigli.
Inoltre gli organi non devono presentare difetti dovuti ad usura o a scarso rendimento legato
alla qualita’ del prodotto. Se attraverso le regolazioni non si riescono ad avere i benefici voluti,
si consiglia il supporto di tecnici specializzati per interventi alle tarature idrauliche e calcoli di
costanti elastiche (“K”) da utilizzare sulle molle.

FRENATA (“Staccata”)

In frenata e’ la forcella ad avere il ruolo di maggior rilevanza sul comportamento della
ciclistica, rispetto al monoammortizzatore.

SE SI HANNO FINECORSA FREQUENTI DELLA FORCELLA SI DOVRA’ FARE ATTENZIONE A :

A Freno idraulico in compressione troppo aperto
B Livello dell’olio troppo basso
C Costante elastica (“K”) delle molle troppo tenera
D Molle poco precaricate

SE SI AVVERTONO AMPIE E FORTI VIBRAZIONI (MOTO CHE SALTELLA), O POSTERIORE CHE PERDE CONTATTO CON IL SUOLO,
SI DOVRA’ FARE ATTENZIONE A:


A Molle della forcella troppo precaricate
B Freno idraulico in compressione della forcella troppo chiuso
C Livello dell’olio forcella troppo alto
D Scalata di marcia in maniera errata. Si e’ scalato in contemporanea alla prima parte della frenata.
In questo caso si consiglia di frenare molto forte nella prima parte della frenata mantenendo la stessa marcia inserita,e poi successivamente incominciare a scalare le marce.
Oppure per i piu’ esperti si consiglia di tirare leggermente la leva della frizione in modo da simulare l'antisaltellamento.


INGRESSO IN CURVA

Anche in questa fase e’ la forcella ad avere la maggior importanza sul comportamento della ciclistica.

SE LA MOTO RESISTE ALL’INSERIMENTO E TENDE AD ALLARGARE, POTREBBE DERIVARE DA :

A Moto alta anteriormente, molle forcella troppo precaricate o con “K” troppo elevato
B Freno idraulico in compressione forcella troppo chiuso
C Possibile ingresso in curva con l’azione sul freno anteriore poco incisiva (si e’ lasciata la leva del freno anteriore troppo presto)

SE LA MOTO TENDE A CHIUDERE TROPPO PRESTO LA TRAIETTORIA DI INGRESSO,POTREMMO AVERE :

A Freno idraulico in compressione della forcella troppo aperto
B Moto bassa anteriormente. Molle forcella poco precaricate
C Molle forcella con “K” troppo tenero.


PERCORRENZA DELLA CURVA:

In questa fase potremmo affermare che la forcella e l’ammortizzatore hanno la stessa rilevanza sull’assetto della moto, quindi :

SE LA MOTO TENDE AD ALLARGARE LA TRAIETTORIA, E’ POSSIBILE CHE:


A Freno idraulico in estensione della forcella troppo aperto, quindi la moto tende ad alzarsi troppo velocemente.
B Molla della forcella troppo precaricata.
C Altezza retrotreno troppo bassa, dovuto all’interasse troppo corto o molla posteriore troppo poco precaricata.
D Molle della forcella con “K” troppo elevato.
E Si spinge poco sulla pedana interna alla curva.

SE LA MOTO TENDE A CHIUDERE LA TRAIETTORIA TROPPO PRESTO, LE POSSIBLI CAUSE POTREBBERO ESSERE :

A Altezza della moto bassa sull’anteriore o molle della forcella con “K” troppo tenero o poco precaricate.
B Freno idraulico dell’ estensione della forcella troppo chiuso. L’anteriore si alza troppo lentamente
C Altezza del retrotreno elevata. Interasse ammortizzatore troppo lungo o molla posteriore troppo precaricata,o freno idraulico in compressione dell'ammortizzatore troppo chiuso.


USCITA DI CURVA:

In quest’ ultima fase e’ invece l’ammortizzatore ad avere l’incidenza maggiore rispetto alla forcella e all’insieme della ciclistica.

SE AVVERTIREMO DI AVERE POCA TRAZIONE, POTREBBE ESSERE CAUSA DI :


A Freno idraulico in estensione dell’ ammortizzatore troppo chiuso.
B Freno idraulico in compressione dell’ ammortizzatore troppo chiuso.
C Molla dell’ ammortizzatore troppo precaricata o con “K” troppo elevata.

SE LA MOTO TENDE AD ALLARGARE LA TRAIETTORIA, SI POTRA’ VERIFICARE CHE :

A Freno idraulico in estensione dell’ ammortizzatore troppo chiuso.
B Molla ammortizzatore troppo poco precaricata.
C Molla ammortizzatore con “K” troppo tenero.
D Altezza retrotreno troppo bassa. Interasse dell’ammortizzatore troppo corto.

_________________
La zetina cangiante:http://www.z-italia.org/forum/viewtopic.php?f=54&t=111792&hilit=la+zetina+di+sonic86
La verdona ignorante:http://www.z-italia.org/forum/viewtopic.php?f=31&t=138126&hilit=il+ninjone


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: >>> L'ABC IN PISTA <<<
MessaggioInviato: mar ott 22, 2013 7:43 pm 
Non connesso
Senatore di z.it
Senatore di z.it
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 13, 2009 12:51 pm
Messaggi: 6350
Località: CHIAVARI!
Nome: "il cangiante!!!"
Moto: zx6r 07
Sesso: M
Provincia: Genova
COSE UTILI DA PORTARE IN PISTA:

Andare a fare una pistata seria è un po’ come andare a fare una vacanza, ci si deve organizzare per bene per essere sicuri di avere tutto il necessario per potersi godere giornata e per porre rimedio ad eventuali imprevisti di carattere tecnico e pratico.
Precisiamo che per avventurarsi in pista è necessario avere un minimo di manualità con chiavi e bulloni, non è affatto raro dover ''intervenire'' sulla moto per sistemare qualcosa, senza la giusta attrezzatura anche il semplice inserimento di un db-killer puo’ diventare un ostacolo insormontabile. E’ fondamentale anche avere la moto in perfetto stato, gomme, olio, liquidi vari e freni devono vanno controllati minuziosamente poiché in pista le moto vengono sottoposte a sforzi notevoli e quindi tutto deve essere al top.
Abbiamo provato a stilare una lista di tutto ciò che è utile portarsi dietro, utile soprattutto per chi è alle prime armi, sperando che possa esservi d’aiuto:


MOTO

- chiavi della moto (sembra scontato, ma capita di dimenticarle) - 1 kg di olio motore
- spray catena
- termocoperte con prolunga elettrica + adattatore a connettore industriale e multipresa
- cavalletti ant/post
- manometro
- tanica di benzina piena
- bulloneria varia
- caraffa e imbuto

ATTREZZI

- nastro isolante nero
- nastro americano
- set di chiavi, cacciaviti e pinze nei formati e misure opportuni per la propria moto
- una mazzetta di gomma dura
- un paio di guanti da lavoro e qualche guanto sottile in silicone
- chiavi dinamometriche

COMPLEMENTI

- cronometro/telefonino con ant. GPS ed eventuali pile di scorta
- una sedia da campeggio e una sdraio/lettino
- un pulitutto tipo sgrassatore
- un rotolone di carta per mani/pulizia
- qualche straccio
- una cassettina di primo soccorso (disinfettante, garze, cerotti, cotone emostatico, ecc...)
- un gazebo o un ombrellone per le giornate calde soleggiate

ABBIGLIAMENTO


- casco integrale
- tuta intera
- stivali
- guanti
- paraschiena- pettorina
- guanti di scorta
- 2 o 3 magliette
- sottotuta o magliette antisudore
- asciugamano (per asciugarsi tra un turno e l'altro)

ALIMENTAZIONE

- 4 litri di acqua a testa o + a seconda del clima
- barrette iperproteiche per il pasto
- altro a seconda dei gusti e tipo di alimentazione (cioccolato, frutta, biscotti ecc...)

ALTRO

- soldi
- patente
- carta di identità
- liberatoria e conferma iscrizione alla giornata in pista
- lista con gli orari dei turni
- telefono cellulare con sufficiente credito
- caricabatterie cellulare
- macchina fotografica e/o videocamera
- documenti e targa della moto


Per qualcuno potrebbe sembrare un filino “troppo” ma non è così. Questa è solo una parte di quello che effettivamente serve in pista. Con questa lista, almeno, non rischiate di trovarvi a girare per i vari gazebi circostanti alla ricerca disperata del bullone o chiave desiderata.
Inoltre, soprattutto i neofiti, trascurano il fatto che girare in pista con la moto è uno sport, e come tale è importantissimo avere una buona forma fisica ed una certa lucidità psicologica, per tale motivo è sconsigliabile iniziare a girare dopo una lunga trasferta autostradale, meglio arrivare la sera prima e pernottare in loco, in questo modo la mattina saremo riposati e pronti per affrontare la giornata.


GAS A MARTELLOOOOOOOOO!!!

_________________
La zetina cangiante:http://www.z-italia.org/forum/viewtopic.php?f=54&t=111792&hilit=la+zetina+di+sonic86
La verdona ignorante:http://www.z-italia.org/forum/viewtopic.php?f=31&t=138126&hilit=il+ninjone


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron